6-7 luglio 2024: Convegno "Il Valore e il Senso della Memoria: Identità e Coscienza nel processo di Crescita"


Pubblicata il 18-06-2024




Puntualmente nel primo sabato e domenica del mese di luglio si rinnova, ad Urbino, l’appuntamento del Gruppo Operativo di Ricerca, Studio e Formazione Interdisciplinare (G.O.R.S.F.I.D. Moretti – IGM Consulting) dell’Istituto Grafologico “G. Moretti”.

 

La prospettiva di riflessione scelta per la due giorni 2024

(6-7 luglio – Sala Raffaello - Urbino)

ha per titolo Il Valore e il Senso della Memoria: Identità e Coscienza nel processo di Crescita, volto alla Cura dell’Essere e dell’Umano.

(per la 2gg è necessaria l’iscrizione)

 

Quest’anno sarà ospite FEDERICO FAGGIN che dialogherà con Elena Gozzoli

(6 luglio ore 18:00 Sala Raffaello – Urbino).

L’ingresso è libero fino ad esaurimento posti.

 

Federico Faggin è nato a Vicenza nel1941. Fisico, inventore e imprenditore, dal 1968 vive negli Stati Uniti d’America: ha inventato il microprocessore, il touchpad e il touchscreen, oltre ad altre importanti invenzioni che hanno rivoluzionato la tecnologia e il mondo in cui viviamo. Per l’invenzione del microprocessore è stato insignito della Medaglia Nazionale per la Tecnologia e l’Innovazione dal Presidente degli Stati Uniti d’America Obama.

Dopo anni di studi e di ricerche avanzate ha concluso che c’è qualcosa di irriducibile nell’essere umano, qualcosa per cui nessuna macchina potrà mai sostituirci completamente.

 

Al centro della riflessione che si sviluppa anno per anno, dal 2018, c’è sempre la Persona, quale fulcro di interesse non solo culturale e teorico, ma anche e soprattutto prasseologico e pedagogico. La cura dell’essere e dell’umano ne è il faro guida, incoraggiando il confronto tra Visioni differenti e differenziate, che ne esaltino le peculiarità e il suo Valore entro le potenzialità di crescita. Innovare in senso autentico e responsabile significa innanzitutto saper Educare e volerlo fare nel rispetto della soggettività di ciascuno, analizzando nel profondo e con spirito critico volto alla costruttività esiti e relative implicazioni che ogni periodo comporta, nel corso della sua evoluzione storica.

 

Per l’Istituto Grafologico supportato dal G.O.R.S.F.I.D., infatti, l’orizzonte della riflessione sulla Persona, che si intende continuare ad approfondire con criteri orientati al dialogo interdisciplinare, in maniera via via più articolata, non è mai esclusivamente finalizzato alla conoscenza teorica, ma alla promozione di un necessario nuovo e autentico Umanesimo: una Visione esistenziale e di vita che riconosca finalmente la Persona, quale soggetto dotato di valore in sé e che, nell’interazione creativa di Bene - un Bene concreto e non retorico – le consenta di crescere e di evolvere in una società e in una cultura dotata di Umanità autentica, di un modo di essere, di vivere e di operare, capace di favorire e orientare lo sviluppo armonico di tutte le potenzialità esistenziali e creative di ben-essere individuale e comunitario.

La Memoria, i processi di apprendimento, la dimensione emotivo-affettiva e la Coscienza, considerati nei molteplici, differenziati e complessi processi e dinamiche che li caratterizzano in una sinergia di insieme, rappresentano le colonne portanti della nostra esistenza e esperienza: essi definiscono e accompagnano gli esiti della nostra conoscenza, della nostra comprensione e della nostra azione nelle fasi del cambiamento che, altrettanto imprescindibile, contribuisce a plasmare le evoluzioni della nostra crescita, orientandone i criteri di Tendenza. Memoria di Sé che si interseca, fondendosi e relazionandosi con la Memoria degli altri e del mondo, nella responsabilità di costruire conoscenza e comprensione autenticamente condivise e agite, orientate a una Visione e a una Mission altrettanto autenticamente lungimiranti e civilizzatrici: azione educativa emergenziale concreta, volta all’umano impegno di costruzione del Bene e di un Bene comune autentico e espansivo. Non un “bene” stereotipato e “formattato”, retorico, performante e menzognero, falsificato, mistificato o fittizio, vincolato alle esigenze e alle contingenze della moda e del momento, costretto, chiuso e recluso negli interessi di parte e materiali delle stesse. Il Progetto di una Visione dall’ampio e profondo respiro esistenziale e umano, nella cura e nel rispetto della diversità e dell’esclusività della Soggettività, della Dignità e della Libertà di ciascuno, ci riguarda tutti, esortandoci all’adempimento di questa impellente e ineludibile responsabilità.

DUE GIORNI INTERDISCIPLINARE – IGM – Istituto Grafologico Internazionale Moretti (istitutomoretti.it)

 

Condividi questo articolo