Grafologia e psicologia. Contributo di Nadia Buonanno


Pubblicata il 04-09-2021

La grafologia è una disciplina che consente di approfondire e osservare attraverso l'analisi del movimento grafico alcune peculiarità interne dello scrivente.
Come sosteneva Ania Teillard Mendelssohn (1889-1978), psicoterapeuta di matrice junghiana e grafologa, “la scrittura è l'illustrazione di un mondo interiore dove i simboli grafici sono i mezzi attraverso cui l'inconscio entra in contatto con la coscienza”.
 
La formazione come psicologa e psicoterapeuta è stata, dopo la laurea in Consulenza grafologica, un excursus naturale ed imprescindibile per l'attività professionale che oggi svolgo in ambito clinico. Nella mia esperienza lavorativa con pazienti singoli, coppie e nuclei familiari, ho notato che l'analisi grafologica può rappresentare un valido ed aggiuntivo strumento di osservazione ed esplorazione di alcuni aspetti soggettivi dei pazienti, arricchendo il supporto psicologico nell’esperienza terapeutica.

Nadia Buonanno